Psichiatra che manda a casa una paziente, risponde di omicidio, se la stessa a distanza di qualche ora si suicida buttandosi dal balcone.

(Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, sentenza 21 settembre 2017, n. 43476) Per i giudici, lo psichiatra una volta informato dell’ingestione di un intero flacone di Serenase, meno di un’ora prima, «non avrebbe dovuto aprioristicamente escludere la fondatezza della informazione constatando che la donna si presentava ancora apparentemente vigile, atteso che, secondo i dati scientifici, Continua …

Lezioni private per la figlia. A decidere è la madre e paga anche il padre. Irrilevante il fatto che la madre abbia agito in autonomia.

(Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 1, ordinanza 21 settembre 2017, n. 22029) …, omissis … Rilevato che 1. Il Tribunale di Udine ha dichiarato con la sentenza 119/2009 la cessazione degli effetti civili del matrimonio tra i coniugi, Gi. Gu. e St. Ot., con affidamento esclusivo delle due figlie alla madre, regolamentazione del Continua …

La calvizie non si combatte con gli integratori alimentari: condannata la produttrice del Bioscalin per pubblicità ingannevole.

(Consiglio di Stato, sez. VI, sentenza 19 settembre 2017, n. 4378) …, si omette … Fatto 1.‒ Con il ricorso introduttivo del giudizio di primo grado, la società G. S.P.A. ha impugnato il provvedimento preso dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nell’adunanza del 10 settembre 2009, con il quale è stata ritenuta la scorrettezza, Continua …