Il condannato può richiedere la correzione dell’errore materiale o di fatto contenuto nei provvedimenti pronunciati dalla corte di Cassazione (Corte di Cassazione, Sezione III Penale, Sentenza 17 settembre 2020, n. 26165).

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TERZA PENALE Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. DI NICOLA Vito – Presidente Dott. SOCCI Angelo Matteo – Consigliere Dott. SEMERARO Luca – Consigliere Dott. SCARCELLA Alessio – Rel. Consigliere Dott. LIBERATI Giovanni – Consigliere ha pronunciato la seguente ORDINANZA Sul ricorso Continua …

Il difensore dell’imputato sostiene che non può essere tenuto in carcere per recidiva quando l’ultimo reato risale al 2001. Accolto (Corte di Cassazione, Sezione II Penale, Sentenza 15 settembre 2020, n. 26003).

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE SECONDA PENALE Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. GALLO Domenico – Presidente – Dott. PELLEGRINO Andrea – Consigliere – Dott. SGADARI Giuseppe – Consigliere – Dott. PERROTTI Massimo – Rel. Consigliere – Dott. MESSINI D’AGOSTINI Piero – Consigliere – ha pronunciato la Continua …

L’imputato ha accumulato proventi illeciti, no al gratuito patrocinio (Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, Sentenza 16 settembre 2020, n. 26053).

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE QUARTA PENALE Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. MENICHETTI Carla – Presidente Dott. CENCI Daniele – Rel. Consigliere Dott. PICARDI Francesca – Consigliere Dott. FERRANTI Donatella – Consigliere Dott. PEZZELLA Vincenzo – Consigliere ha pronunciato la seguente SENTENZA sul ricorso proposto da: PENNACCHIO DARIO Continua …