Divorzio: anche qualora il coniuge più abbiente si offra di versare un assegno cospicuo, il Giudice ne deve prendere atto (Corte di Cassazione, Sezione VI Civile, Sentenza 16 settembre 2020, n. 19299).

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SESTA SEZIONE CIVILE Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. FERRO Massimo – Presidente – Dott. CAMPESE Eduardo – Consigliere – Dott. FALABELLA Massimo – Rel. Consigliere – Dott. SCALIA Laura – Consigliere – Dott. DI MARZIO Mauro – Consigliere – ha pronunciato la Continua …

Il marito, in sede di divorzio, non accenna che la moglie aveva una relazione stabile da più di vent’anni. Ora, a distanza di tutti quegli anni, non può chiedere la revoca dell’assegno (Corte di Cassazione, Sezione VI Civile, Sentenza 7 settembre 2020, n. 18528).

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SESTA SEZIONE CIVILE Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. SCALDAFERRI Andrea – Presidente – Dott. CAMPESE Eduardo – Consigliere – Dott. FERRO Massimo – Consigliere – Dott. SCALIA Laura – Consigliere – Dott. IOFRIDA Giulia – Rel. Consigliere – ha pronunciato la seguente: Continua …

Separazione, sì al pagamento diretto dei titoli in comunione (Corte di Cassazione, Sezione VI Civile, Sentenza 1 settembre 2020, n. 18156).

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SESTA SEZIONE CIVILE Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. LOMBARDI Luigi Giovanni – Presidente – Dott. FALASCHI Milena – Consigliere – Dott. ABETE Luigi – Consigliere – Dott. TEDESCO Giuseppe – Rel. Consigliere – Dott. SCARPA Antonio – Consigliere – ha pronunciato la Continua …