Ai fini della guida in stato di alterazione psicofisica non basta affermare che il guidatore abbia assunto droga prima di mettersi alla guida, ma è necessario dimostrare che le sostanze stupefacenti siano state assunte in funzione della successiva guida (Corte di cassazione, Sezione IV Penale, Sentenza 19 febbraio 2024, n. 7199).

REPUBBLICA ITALIANA In nome del Popolo Italiano LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE QUARTA PENALE Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. PICCIALLI Patrizia – Presidente – Dott. MICCICHÉ Loredana – Consigliere – Dott. MARI Attilio – Consigliere – Dott. RICCI Anna Luisa Angela – Consigliere – Dott. CIRESE Marina – Relatore – ha pronunciato la Continua …

La finta incapacità a deambulare per diversi anni apre a più reati di truffa (Corte di Cassazione, Sezione II Penale, Sentenza 15 febbraio 2024, n. 6872).

REPUBBLICA ITALIANA In nome del Popolo Italiano LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SECONDA SEZIONE PENALE Composta da Dott. Luciano Imperiali – Presidente – Dott. Andrea Pellegrino – Relatore – Dott. Lucia Aielli – Consigliere – Dott. Giuseppe Nicastro – Consigliere – Dott. Marzia Minutillo Turtur – Consigliere – ha pronunciato la seguente SENTENZA sul ricorso Continua …

Chirurgo responsabile della lesione iatrogena “indiretta” (Corte di Cassazione, Sezione III Civile, Sentenza 16 febbraio 2024, n. 4277).

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE TERZA SEZIONE CIVILE Composta dai Magistrati Dott. GIACOMO TRAVAGLINO – Presidente – Dott. ENRICO SCODITTI – Consigliere – Dott. LINA RUBINO – Consigliere – Dott. MARCO DELL’UTRI – Consigliere – Dott. PAOLO SPAZIANI – Rel. Consigliere – ha pronunciato la seguente ORDINANZA sul ricorso iscritto al n. 32519/2020 R.G., proposto da Continua …