Tangente di quasi 100.000 euro. Corruzione. Si configura il reato di corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio – e non il più lieve reato di corruzione per l’esercizio della funzione di cui all’art. 318 c.p. – lo stabile asservimento del pubblico ufficiale ad interessi personali di terzi che si traduca in atti che, pur formalmente legittimi, in quanto discrezionali e non rigorosamente predeterminati nell’an, nel quando o nel quo modo, si conformino all’obiettivo di realizzare l’interesse del privato nel contesto di una logica globalmente orientata alla realizzazione di interessi diversi da quelli istituzionali.

(Corte di Cassazione, sez. VI Penale, sentenza 20 luglio 2017, n. 35940) …, omissis … Ritenuto in fatto 1. Avverso la ordinanza, indicata in epigrafe, del Tribunale di Catania, che in sede di riesame ex art. 309 cod. proc. pen., ha annullato l’ordinanza cautelare emessa nei confronti di M.G.N. , propone ricorso per cassazione il Continua …

Cellulare alla guida, ritiro patente subito fino a 6 mesi. Emendamento approvato in Commissione Trasporti.

Giro di vite per chi viene beccato a parlare al telefonino o utilizza altri dispositivi elettronici mentre è alla guida. Già alla prima infrazione è in arrivo l’immediata sospensione della patente fino a tre mesi, che potranno diventare sei in caso di recidiva. Inoltre aumentano le sanzioni pecuniarie e la decurtazione di punti sulla patente. Continua …

Differenza tra trasferimento d’ufficio e quello a domanda del personale delle Forze armate.

(T.A.R. FRIULI VENEZIA GIULIA – Trieste, Sezione 1, sentenza 9 febbraio 2016, n. 22) REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Friuli Venezia Giulia Sezione Prima ha pronunciato la presente Sentenza sul ricorso numero di registro generale 87 del 2014, proposto da: -OMISSIS-, rappresentato e difeso dall’avv. Luca De Pauli, Continua …